martedì 18 settembre 2012

braghette rosse, le borse con il cuore

Tra abs fab e Braghette Rosse è stato da subito amore a prima vista. Per i colori, le forme, la morbidezza delle pelli ma anche e soprattutto per la grande bellezza del progetto. Ci è sempre più chiaro che la bellezza ha bisogno di un contenuto e che questo contenuto deve essere vero, sincero.  Braghette Rosse un'anima ce l'ha ed è questo che fa la grande differenza.

Da abs fab è appena arrivato il  riassortimento delle Papagoochi Baggies: due misure di "borsine"  a mano (€ 55 e  €45) e una piccola bustina quadrata multiuso (€25). Come vedete sono molto ma molto più belle di quanto non costino!


"Disegnate per migliorare la vita", c'è scritto nel sito di Braghette Rosse, ed è vero, tanto più  che non è solo la nostra che migliorano ma anche quella delle tante donne etiopi coinvolte in questo progetto.

Tutta la nostra ammirazione per Giovanna Villani, corpo e mente di Braghette Rosse, che con ostinata determinazione ha messo la sua grande professionalità e il suo cuore al servizio di questo  bellissimo progetto.










La confezione delle bustine è a cura di Papagoochi laboratorio artigianale in Addis Ababa, gestito dalla conceria, dove alle lavoratrici vengono corrisposti trattamento e salario equo.

La bellissima Stellabag, in arrivo fra due settimane

All’interno delle bustine, le giovani assistite da EGISERA’ progetto umanitario di WID PROJECT
(Women in Development) hanno ricamato a mano ciascuna etichetta col proprio nome e numerato ogni pezzo.

La migliore conceria d’Etiopia produce la preziosa nappa d'agnello (animale che fa parte della consueta alimentazione locale) lavorata a mano con tecnica tie-dye: la pelle viene tinta una prima volta, poi per ogni “bolla” viene fatto un piccolo nodo e quindi la pelle viene tinta una seconda volta
Si ottiene così il disegno “Dots” realizzato appositamente per Braghetterosse.




braghette rosse sarà presente a "so critical so fashion", vale la pena di passare


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento